Pensieri Sparsi

West Cost Days ✨ #day5


Non sapevo bene cosa aspettarmi da questa giornata, non posso dire di odiare i parchi e la natura ma sicuramente mi definirei più amante delle città [e dei loro negozi] per cui l’idea di scarpinare nel verde un po’ mi inquietava; fortunatamente ho dovuto ricredermi. Come si fa a restare impassibile di fronte a queste bellezze della natura? Il Generale Sherman e la sua imponenza mi ha lasciato senza parole.

Avrei passato un tempo interminabile ad abbracciare questi giganti della foresta, così imponenti eppure così morbidi; sono rimasta non poco impressionata dalla consistenza della loro corteccia che immaginavo erroneamente ispida e pungente.

Una salita di 350 gradini mi ha portato invece in cima al Moro Rock, per me che la montagna poco la vivo [sii onesta, non sai neanche dove si trovano le montagne] è stata un’esperienza stancante ma bellissima…da togliere il fiato.

Lo so, è stato breve ma intenso…ma anche stasera sto praticamente dormendo mentre scrivo! Perdono 💕

Pensieri Sparsi

West Cost Days ✨ #Day4 🇺🇸


Alzi la mano chi ha sognato almeno una volta nella propria vita di camminare in un set cinematografico o meglio ancora di ritrovarsi tra le strade di un telefilm? 🙋🏻

Sarà che sono sicura di sentire spesso una voce fuori campo che narra le mie gesta, con tanto di colonna sonora ovviamente a dir poco epica, ma l’idea di passeggiare lungo quelle strade viste e riviste in tv {ok, sullo schermo del pc visto che guardo quasi tutto in streaming} mi elettrizzava non poco questa mattina.

Visitare i Warner Bros Studios è stato come ritrovarsi, per qualche ora, in una realtà fatta di finzione e magia. Mica ci avrei scommesso che il cappello mi avrebbe smistato nella casa dei Grifondoro.

Ritrovarmi sul divano del Central Perk ad aspettare Monica, Rachel, Ross, Joey, Chandler e Phoebe è stato come fare un tuffo nel passato; giuro che sentivo la sigla di Friends risuonarmi in testa e vedevo il mio nome accanto a quello delle stars della serie [lo so, è così tanto da me fare una roba del genere].

Ma non voglio annoiarvi ulteriormente con i miei deliri da ragazzina. Ho lasciato Los Angeles, almeno per ora, per raggiungere la seconda vera tappa di questo viaggio; ho scoperto a malincuore che dopo le ore 21.00 nei paesi della zona è tutto chiuso, il tizio all reception quasi mi ha riso in faccia quando gli ho chiesto di un ristorante…meno male che almeno esiste il Mc Donald’s.

Adesso è decisamente arrivata l’ora di dormire 💕