Parole e Storie · Pensieri Sparsi

2 anni di Eclisse


Davvero sono passati già due anni?

Sono passati solo due anni?

giphy16

Ho una strana percezione dello scorrere del tempo, non lo nego; se da un lato mi sembra ieri il momento esatto in cui ho deciso finalmente a mettermi in gioco, dall'altro ho la sensazione sia passata un'eternità da quello stesso giorno.

giphy13

Me lo avrete sentito ripetere fino alla nausea ormai, ma io davvero in questo progetto ci credevo quanto agli asini che volano; ero così terrorizzata da ricevere critiche negative che continuavo ad intentare stupide scuse ed arrampicarmi su scivolosi specchi pur di non chiudere gli occhi e saltare.

giphy14

Sono passati due anni da quel momento, sono arrivate quelle critiche negative che tanto mi facevano terrore ma sono state nulla in confronto all'entusiasmo con cui quella storia, chiusa per troppi anni in un cassetto, è stata accolta.
Desy, Chris e Christian hanno trovato dimora nei cuori e negli occhi di chi ha dedicato loro del tempo, leggendo la loro storia e lasciandosi trasportare, almeno per un pò, in una realtà parallela.

giphy15

Sono passati 2 anni e la loro storia è stata letta ufficialmente da 1500 persone, tante sono state le copie vendute; di quelle scaricate illegalmente purtroppo non ho traccia [si, avevo trovato il mio libro piratato].
Non sono brava ad autocelebrarmi, ma sono davvero tanto orgogliosa di me.

giphy17

E se per caso ci fosse qui in giro qualcuno che ancora non avesse letto dei miei personaggi: mi spiegate cosa state aspettando? Lo trovate qui.

 

13882161_10210002663293416_3791020564032827258_n

Auguri a me…

 

Parole e Storie · Pensieri Sparsi

Auguri a me…ed un regalo a voi.


Ieri il mio Eclisse festeggiava il suo primo anno di via.
E mentre io mi trastullo nella gioia del percorso delle mie parole, non c’è nulla di meglio per festeggiare che un intero giorno di promozione per chi ancora non avesse letto la storia di Chris e Desy.

13882161_10210002663293416_3791020564032827258_n

Desy McKay possedeva tutto ciò che una ragazza avrebbe potuto desiderare dalla vita: bellezza, intelligenza, ricchezza ed un fidanzato altrettanto ricco e famoso che avrebbe fatto di tutto pur di vederla felice; a sue spese ha dovuto però imparare quanto una telefonata ed una brutale menzogna bastino per stravolgere totalmente la vita.
Sono passati anni da quella telefonata e la vita di Desy non potrebbe essere più diversa da quella di prima. Una ragazza madre che lavora come cameriera cercando di far quadrare i conti a fine mese con il peso di quella menzogna sulle spalle.
Ma cosa succederà quando il passato busserà di nuovo alla sua porta presentandole il conto?

d8epnatc1zrrk

Non lo avete ancora letto?
Sbagliato!
Lo trovate qui.

9832211

Cosa state aspettando?

Parole e Storie · Pensieri Sparsi

Eclisse: gratis per un giorno!


E’ passato un bel pò da quando il mio racconto ha visto la luce su Amazon; da quando, un pò per gioco un pò per fantasia, mi sono sentita una scrittrice; da quando mi sono lasciata cullare dalla dolce sensazione di orgoglio che mi ha pervaso ad ogni vendita del mio piccolino.

tumblr_mkvugant1e1rdoy9ao1_500
Visto che tra poche ore invecchio di un anno: auguri a me ed un regalo per chi ancora non ha letto la storia di Chris e Desy: solo per martedì 1 marzo sarà possibile scaricare gratuitamente Eclisse da Amazon.

61GuvcJw80L._SL1024_

Insomma, se non lo avete ancora letto quale occasione migliore per farlo???

 

Pensieri Sparsi

Ciao ciao, 2015!


Quando un anno praticamente perfetto sta volgendo al termine e le premesse per quello che deve arrivare sono tutt’altro che  rosee è davvero difficile trovare qualcosa per cui festeggiare la notte di Capodanno; il 2014 era stato un anno talmente carico di emozioni e piacevoli avvenimenti che lo scorrere lento delle ultime ore della sua ultima giornata le ho trascorse ripetendo come una litania la stessa frase: non voglio che finisca!
Le mie speranze per questo 2015 ormai giunto al termine erano praticamente nulle: avrei compiuto 30 anni, non sarebbe stato un anno Back, molto presto il mio gruppo di amici avrebbe subito dei cambiamenti e troppi pochi eventi riempivano la mia agenda!
Sarebbe stato un disastro, ne ero sicura…eppure alla fine non è andata proprio così!

10994463

Il bello della vita è che quando meno te lo aspetti sceglie di sorprenderti, prende le carte che hai in mano e le sconvolge regalandoti una nuova giocata, a volte più fortunata altre un po’ meno ma sempre completamente diversa da come l’avevi immaginata!
Questo 2015 è stato esattamente così e avrei dovuto capirlo dal primo giorno dell’anno quando, mentre, ero in fila per prendere delle patatine ho letto del primo cambio di rotta di questo anno: dopo tutto non sarebbe stato totalmente un anno non Back!

giphy5

Penserete che come prima reazione nell’apprendere che avrei beccato i Backstreet Boys a Londra, viaggio appena prenotato per celebrare al meglio i miei 30 anni, io abbia fatto i salti di gioia e ringraziato il fato magnanimo per questo inaspettato regalo! Nulla di più sbagliato!
Per quanto avessi adorato il sentigli cantare per me Happy Birthday lo scorso anno, il mio odio per gli imprevisti non mi ha lasciato gioire a pieno di questo inaspettato regalo: chi li aveva invitati anche quest’anno al mio compleanno? In fondo, capitemi, era il mio compleanno sarei dovuta essere io la protagonista del weekend, non loro eh!

tumblr_mh5lrywnbu1qdcp2wo1_500

Eppure, nonostante le mille mila paranoie che hanno accompagnato le settimane precedenti alla partenza, il viaggio a Londra per i miei 30 anni è sicuramente uno dei ricordi che serbo con più tenerezza…e loro sono stati la ciliegina sulla torta o, per meglio dire, sui cupcakes della serata pop trash che io e le mie amiche ci siamo regalate per accogliere il mio ingresso negli -enta.
Cosa c’è di meglio di sentirsi ragazzina in momenti come questi? Assolutamente nulla!11081363_10206195633320046_6309600204601367040_n

E questa era solo la premessa…
In fin dei conti, quello di Londra era l’unico viaggio che avevo in programma a dicembre dello scorso anno! Ho sfogliato il mio album su Facebook dedicato a questo anno ormai finito [voi non potete saperlo ma tra la mia ossessione nel fotografare tutto e la mia paura di dimenticare le cose che vivo, ogni anno è catalogato a mo’ di promemoria del mio vissuto in uno specifico album sul mio profilo Facebook, con tanto di data e luogo in cui è stata scattata la foto] e, guardando tutti i posti in cui sono state scattate le varie foto, ho sorriso alla sensazione di staticità che mi attanagliava pensando al 2015 che doveva arrivare!

11002638_10205987195349227_6444426745071916603_n

Il 2015 è stato l’anno dei viaggi: Londra, Praga, ancora Londra e, infine, Parigi; l’anno dei consueti weekend a Como e del Salone del Mobile di Milano, dell’estate in Puglia e in Liguria, del weekend sulla neve e del Museo di Barbie, della mansarda ad attendermi ad Ostia! L’anno degli infiniti weekend romani, del cibo spazzatura e la distruzione di Dirty Dancing️.

tumblr_inline_njf379jwpn1rpzatm

Il 2015 è stato l’anno dei concerti: Backstreet Boys (seppure solo per venti minuti), Ligabue, Lindsey Stirling, Tiziano Ferro, Robbie Williams, Jovanotti e i Linkin Park. L’anno della trottolina in giro per l’Italia che prenota tutto troppo ravvicinate e si ritrova , puntualmente, a fare delle vere e proprie maratone.

coldplayconcert1-gif

Il 2015 è stato l’anno del mio Eclisse e delle soddisfazioni che mi ha regalato; della gratitudine immensa verso chi ha creduto in me ancor prima che iniziassi a farlo io, verso chi ha dato fiducia alle mie parole e verso chi le mie parole non le ha gradite ricordandomi che nella vita non posso piacere a tutti, in fin dei conti non tutti possono avere buon gusto!

61GuvcJw80L._SL1024_

Il 2015 è stato l’anno del “adesso voglio sentire un urlo!”; del calcio in culo quando per troppa razionalità e paura ho rischiato di rinunciare ad una cosa a cui tenevo tanto; del pianto di gioia attaccata ad un telefono quando tutte le difese sono crollate e l’emozione prende il sopravvento. L’anno in cui lo stupore di sapere che qualcuno avrebbe fatto qualcosa per me solo per il gusto di vedermi felice mi ha scaldato il cuore.

tumblr_m79qq0bph81rziwwco1_500

Il 2015 è stato l’anno delle amicizie: quelle che giorno dopo giorno sono divenute indispensabili certezze, quelle assopite ma mai dimenticate, quelle riscoperte come una piacevole sorpresa, quelle che ti ricordano che non sei sola, quelle giunte al termine dopo 10 anni, quelle messe in discussione che ti fanno piangere come una cretina chiedendoti in cosa sei sbagliata. È stato l’anno della consapevolezza che ho scelto di avere intorno persone che mi capiscono, e che, quando non lo fanno, mi accettano così come sono.

benedict-cumberbatch-saying-thank-you-as-sherlock-gif

Il 2015 è stato l’anno in cui questo spazio virtuale ha preso vita e io ho ritrovato il piacere di mettere nero su bianco i miei pensieri, di non vergognarmi delle parole confuse che chiedono di trovare una collocazione, delle opinioni che non riesco a tacere, delle ansie che chiedono di essere ascoltate.

stay-home-and-blog-gif

Il 2015 è stato l’anno dell’operazione al mio occhio troppo pigro per guardare il mondo; l’anno in cui mi sono ricordata che da sola funziono alla grande ma non per questo devo fare tutto in solitudine.

tumblr_lowedjsoha1qjgnf7o1_500

Il 2015 è stato un anno di cambiamenti: alcuni grandi e visibili, altri impercettibili ma fondamentali. È stato un anno di quelli che un po’ ti deludono, un po’ ti confondono, un po’ ti regalano sorrisi inaspettati e lacrime di gioia; uno di quegli anni colmo di momenti da fotografare e ricordare.

poze

Anche per quest’anno il mio principe azzurro deve aver smarrito la giusta via [dovevo chiedere a Babbo Natale di regalargli un navigatore nuovo, maledizione] e al suo posto sono arrivate delle fatine {lucciole poteva essere frainteso} che hanno illuminato anche i miei giorni più bui regalandomi un sorriso, che hanno combattuto contro i miei silenzi e distrutto i muri che nei giorni di pioggia sono brava ad indossare, che, proprio in quei giorni lì, hanno aperto il proprio ombrello offrendomi un passaggio finché non tornassi a vedere il sole.

queenvgif2

Propositi per questo 2016 ormai alle porte, in realtà, non ne ho, trovo sciocco farmi promesse che non riuscirò mai a mantenere o crearmi false aspettative che, con un’altissima percentuale, saranno deluse. Non mi aspetto nulla, ma sono pronta a lasciarmi sorprendere da tutto; credo possa bastare!

tumblr_m485wpvhsd1ql5yr7o1_400

Ma davvero qualcuno ha letto tutto questo papiro?

 

Pensieri Sparsi

100 volte…Eclisse!!!


Sono passati 16 giorni da quando, vincendo le mie paranoie, ho deciso di mettermi in gioco; spinta dalla paura di scontrarmi con un mio fallimento, mi ero ripromessa che, questa volta, non mi sarei lasciata ossessionare dai numeri; avrei consegnato i miei personaggi e la loro storia a Mr Amazon e li avrei lasciati al proprio destino, di tanto in tanto, avrei spiato da lontano il loro cammino badando bene di non restare delusa dalle loro cadute.

image

Non sono brava a mantenere le promesse, soprattutto quelle fatte a me stessa!
Ho consegnato la storia di Chris e Desy a Mr Amazon, mi sono praticamente imposta di farlo, ma non sono riuscita a distaccarmi da loro. Giorno dopo giorno ho seguito con attenzione la linea rossa che corre lungo il grafico delle vendite ritrovandomi a fare il tifo per loro con il cuore pregno d’orgoglio quando il puntino saliva sempre un poco più su.

image

Non avevo molte aspettative, la paura di mettersi in gioco inibisce l’immaginazione; ho scommesso contro me stessa…ed ho perso [mi toccherà pagare da bere].

image

Sono passati 16 giorni, e il mio libro, la mia storia, le mie parole sono state acquistate da 100 persone.
100 persone hanno deciso di riporre la loro fiducia in me [nei miei personaggi].

image

Non sono numeri da capogiro, ne sono consapevole, ma i numeri tondi mi sono sempre piaciuti.
100 persone per 100 downloads.

image

Eclisse : e voi avete preso la vostra copia? 💗💗💗

Pensieri Sparsi

Eclisse ed Amazon!


Avevo fatto una promessa a me stessa, prima ancora che agli altri:
questa volta avrei portato una cosa a termine; questa volta ci avrei creduto io per prima.

Ho tergiversato, cercato scuse, mi sono nascosta dietro a ragionamenti assurdi anche a me stessa ma, alla fine, mi sono fatta violenza e mi sono costretta a mantenere quella promessa.

E’ questo il vero motivo per cui sono qui a parlarvi di Eclisse, il racconto [chiamarlo romanzo mi sembra ancora una cosa troppo grossa] che oggi mi sono decisa a pubblicare su Amazon.
E’ una storia a cui sono affezionata, una di quelle IMG-20150525-WA0001 (1)storie scritte quasi di getto e poi conservata per anni in un cassetto, una di quelle storie che vorresti condividere con chi ha la pazienza di dedicarti del tempo.
Non farò una recensione del mio stesso libro, probabilmente finirei per dare pieno spazio alle mie paranoie e a convincervi a cercare altro; se siete qui è perché mi avete conosciuto attraverso le parole del mio piccolo spazio virtuale…se avete voglia di conoscermi meglio attraverso le parole del mio racconto potete farlo qui:

Eclisse di Angela Maisto

La copertina [che io adoro] è opera della mia favolosa grafica di fiducia Giada Savio, a cui non smetterò mai di dire grazie per avermi assecondato in questa cosa [e in tutte le altre].

Il racconto è acquistabile sullo store di Amazon, non è necessario possedere un Kindle per il download, il sito è dotato di un’apposita App sia per dispositivi Ios che Android che consentono una facile gestione dell’acquisto, del download e della lettura.

Non mi resta che augurarmi in bocca al lupo per quest’avventura, sperando che qualcuno di voi, magari incuriosito dal mio blog, avrà voglia di leggermi e di dirmi cosa ne pensa della storia a cui le mie dita hanno dato vita.