Pensieri Sparsi

/pro·cra·sti·nà·re/


– Io odio il mese di Gennaio.
° A chi lo dici, lo detesto proprio.
– Cioè veramente ho un problema con questo mese.
° E’ peggio del mese di Settembre.
– A Settembre ero distratta, adesso sono triste. Anzi non riesco ad essere neanche triste. Non riesco ad essere niente a Gennaio.
° Esatto, mi prende l’apatia.
– Ecco, brava. Sono apatica. A Gennaio sono apatica. Anzi sono tristemente apatica.

Tema ricorrente della telefonata di ieri con un’amica è stato l’odio per il mese di Gennaio; ad un certo punto ho temuto ci fossimo trasformate in un disco rotto per quanto incapaci di uscire da questo loop di insofferenza rivolto ai primi 31 giorni dell’anno.
– Fa freddo ed è buio.
° Si stanno allungando le giornate.
– Si è vero, ma è comunque freddo e buio.
° Non ho voglia di fare nulla, fa freddo.
– Ed è sempre buio.
Non so se sia davvero colpa del freddo, che nel mio caso gioca sicuramente un ruolo bello pesante, o se sia tutto semplicemente nella mia testa ma sono ormai giorni che mi crogiolo nella mia apatica tristezza. Mi affaccio sul mondo, sbircio i mesi a venire, osservo tutte le mie emozionanti cose che mi aspettano e mi metto seduta ancora un pò. Non ho voglia di carburare, come se si potesse scegliere davvero. 
/pro·cra·sti·nà·re/  |  Rinviare a un altro momento, differire, rimandare.
E’ esattamente quello che sto facendo in questi giorni: lo farò più tardi…lo farò nel pomeriggio…lo farò domani…lo farò, prima o poi…
Ricomincerò a sentire qualcosa, ne sono sicura.
Semplicemente lo farò più tardi…forse domani…magari a Febbraio…
365 days of me

𝟸/𝟹𝟼𝟻


𝚂𝚘𝚗𝚘 𝚜𝚒𝚌𝚞𝚛𝚊 𝚌𝚑𝚎 𝚕𝚊 𝚜𝚎𝚗𝚜𝚊𝚣𝚒𝚘𝚗𝚎 𝚍𝚒 𝚎𝚜𝚜𝚎𝚛𝚎 𝚞𝚗𝚊 𝚋𝚊𝚖𝚋𝚒𝚗𝚊 𝚌𝚑𝚎 𝚜𝚎𝚗𝚣𝚊 𝚊𝚕𝚌𝚞𝚗𝚊 𝚟𝚘𝚐𝚕𝚒𝚊 𝚍𝚒 𝚝𝚘𝚛𝚗𝚊𝚛𝚎 𝚊 𝚜𝚌𝚞𝚘𝚕𝚊 𝚚𝚞𝚎𝚜𝚝𝚊 𝚖𝚊𝚝𝚝𝚒𝚗𝚊 𝚗𝚘𝚗 𝚑𝚊 𝚒𝚗𝚟𝚊𝚜𝚘 𝚜𝚘𝚕𝚘 𝚖𝚎.

𝙽𝚘𝚗 𝚜𝚒 𝚙𝚞𝚘̀ 𝚜𝚏𝚞𝚐𝚐𝚒𝚛𝚎 𝚊𝚐𝚕𝚒 𝚎𝚟𝚎𝚗𝚝𝚒, 𝚗𝚎 𝚊𝚕𝚕𝚊 𝚟𝚒𝚝𝚊 𝚛𝚎𝚊𝚕𝚎.

𝙸𝚕 𝚟𝚎𝚛𝚘 𝚙𝚛𝚒𝚖𝚘 𝚐𝚒𝚘𝚛𝚗𝚘 𝚍𝚎𝚕𝚕’𝚊𝚗𝚗𝚘, 𝚚𝚞𝚎𝚕𝚕𝚘 𝚒𝚗 𝚌𝚞𝚒 𝚋𝚒𝚜𝚘𝚐𝚗𝚊 𝚘𝚛𝚐𝚊𝚗𝚒𝚣𝚣𝚊𝚛𝚎 𝚕𝚎 𝚒𝚍𝚎𝚎 𝚙𝚎𝚛 𝚒 𝚖𝚎𝚜𝚒 𝚏𝚞𝚝𝚞𝚛𝚒, 𝚚𝚞𝚎𝚕𝚕𝚘 𝚒𝚗 𝚌𝚞𝚒 𝚜𝚒 𝚒𝚗𝚒𝚣𝚒𝚊 𝚊 𝚝𝚒𝚛𝚊𝚛𝚎 𝚏𝚞𝚘𝚛𝚒 𝚕𝚊 𝚝𝚎𝚕𝚊 𝚜𝚞 𝚌𝚞𝚒 𝚍𝚒𝚙𝚒𝚗𝚐𝚎𝚛𝚎 𝚚𝚞𝚎𝚜𝚝𝚘 𝚗𝚞𝚘𝚟𝚘 𝚊𝚗𝚗𝚘.

𝚂𝚊𝚛𝚊̀ 𝚞𝚗 𝚊𝚗𝚗𝚘 𝚒𝚗𝚝𝚎𝚗𝚜𝚘. 𝙲𝚘𝚖𝚙𝚕𝚒𝚌𝚊𝚝𝚘. 𝙻𝚞𝚗𝚐𝚘.

𝙸𝚗𝚝𝚎𝚗𝚜𝚘 𝚕’𝚑𝚘 𝚐𝚒𝚊̀ 𝚍𝚎𝚝𝚝𝚘?

E voi avete già fatto piani/progetti per questo 2019?

Pensieri Sparsi

IncontrandoMi!


Tutto quello che avevo intenzione di fare oggi [ovviamente invece di lavorare, perchè tutto quello che avevo in programma di fare l’ho già finito] era dedicarmi al mio resoconto di fine anni; volevo perdermi nei meandri di questi 12 mesi appena trascorsi lasciandomi rapire dai ricordi e dalle emozioni che mi hanno acompagnato in questi 366 giorni [363, ado oggi, lo so che siete estremamente pignoli].
giphy8
Il problema di fondo, però, è che non possiedo una buona memoria che mi consenta di evocare i momenti trascorsi senza correre il rischio di perderne di importanti, e questo non è una novità; in mio soccorso ho, quindi, scelto di chiedere aiuto alla sola persona che potesse ben raccontarmi, attraverso parole e emozioni, quest’anno ormai agli sgoccioli: me stessa.
huh_wtf_uhm
Non sono impazzita, o almeno non ancora del tutto!?!
L’unico vero modo per parlare realmente di me è quello di dialogare con me; e non credo esista un modo migliore per farlo se non attraverso i vari post di questo blog che, come briciole di un moderno Pollicino, hanno guidato il mio viaggio a ritroso nel tempo alla scoperta di quanto sia accaduto nei mesi passati…alla scoperta di quanto, senza accorgermene, io sia cambiata.
dw6nl9d
Rileggendo le parole da me scritte appena 12 mesi mi presentano una persona così simile a me, ma così profondamente diversa; piena di malinconia, come sempre, ma carica di speranza e di aspettative per un futuro che, seppur non roseo, aveva smesso di promettere tempesta.
giphy9
Una me sarcastica e, forse a volte, un pò troppo pungente che non aveva paura di usare tutte la parole a disposizione per dare voce ai suoi pensieri; una me a cui non importava chi avesse letto queste parole perchè queste parole chiedono di uscire, non sono io che le scelgo.
tumblr_mw4fitxxy21s2u1gto2_500
Una me arrabbiata, quello sempre un pò troppo, delusa e nostalgica che non nascondeva le proprie emozioni per paura di mostrare le proprie debolezze. Una me spensierata, sempre pronta a prendere il suo amato trolley fuxia e staccare la spina per un pò; una me che si sentiva a casa anche quando fisicamente a casa non era.
586362_elena-gilbert-nina-dobrev-season-1-elena-gilbert-gif-nina-dobrev-gif
Una me diversa, che ho letto sopirsi lentamente con lo scorrere di questi mesi; una me che è diventata cupa ed ad un certo punto si è un pò persa, una me che ha teso la mano e non ha trovato nessuno dall’altra parte a stringerla forte. Una me che pian piano ha chiuso le porte al mondo esterno passando il tempo a sospirare più che a sorridere, a singhiozzare più che a ridere.
ac270a3ceb76a36b2bc39725ce15040a
Ho incontrato una me,
diversa da me,
che voglio torni ad essere me.
Pensieri Sparsi

Ma che fine ha fatto la nostra cara psicopatica?


Forse qualcuno se lo sta chiedendo o, molto probabilmente, non interessa una cippalippa a nessuno del perché questo blog sia diventato di colpo quasi silenzioso; personalmente, come al mio solito, mi faccio una domanda e mi do una risposta da sola, come se vivessi in un mondo tutto mio.

giphy

Il mese di Febbraio è iniziato appena da qualche giorno, me ne lagnavo giusto qualche giorno fa della velocità con cui Gennaio è trascorso senza che me ne accorgersi persa come ero nella mia nuvola di ansie e malumore: un’amicizia importante in crisi, un lavoro che non mi andava più a genio, il compleanno che inesorabilmente si fa sempre più vicino, un mare di rimorsi e di rimpianti che si erano annidati nella mia mente in un groviglio intricato da cui avevo difficoltà a venirne fuori.
Ero bloccata, arrabbiata…semplicemente spenta.

tumblr_majrs1colp1rrclso

Non avevo voglia di scrivere, non riuscivo a farlo in realtà; non riuscivo a mettere nero su bianco i miei pensieri perché quei pensieri non volevo ascoltarli, non volevo rischiare di stare male ma male veramente, di quel male in cui finisci dentro come un buco nero che ti risucchia e la luce in fondo al tunnel diviene solo una mera utopia.
Avevo paura di stare male, fingevo di stare bene…non sentivo nulla.

tumblr_nt7fuauuxe1uuqkpvo1_500

Non so spiegarvi poi cosa sia accaduto, probabilmente è vero che quando meno te lo aspetti il destino si ricorda di te e cambia le carte in tavola, forse è una questione di ruota che gira o di Karma che fa il suo lavoro; non ne ho idea e nemmeno voglio averla, sia ben chiaro, fatto sta che il mese di febbraio è iniziato da 3 giorni e la mia vita ha preso una direzione diversa.

giphy1

Ho un nuovo lavoro, adesso posso dirlo; una nuova sfida: nuovi colleghi, nuovi orari, nuovo posto, tanta strada da fare, tanto da imparare, tanto da dimostrare…la spinta giusta che mi serviva per uscire dal loop infernale in cui mi ero arenata.

challenge-accepted-gif-barney-12

Quell’amicizia che sembrava perduta sembra aver trovato una nuova strada per esistere, o quantomeno per sopravvivere anche a questo; il viaggio che desidero da una vita sta prendendo forma outfit idiota dopo outfit idiota. 
Sembra che tutto stia cercando una sua collocazione, ed io imparerò anche a non perdermi usando il navigatore, ne sono certa.

tumblr_mas2h6iql81qigluvo3_500

xoxo
Piccola Psicopatica

 

 

Pensieri Sparsi

Welcome, February!


È già passato un mese da quando questo 2016 è iniziato? Giuro di sentire ancora vividamente il countdown con il quale abbiamo salutato festosamente l’anno appena terminato, come è possibile che siamo già al secondo mese dell’anno? Quando è accaduto? 
Non ti chiedo di stupirmi, caro Febbraio, direi che in un solo giorno ci sei già riuscito alla grande.

img_6513

Non deludermi, non lo sopporterei!