Pensieri Sparsi

#SocialDown


Non ti rendi conto di avere una dipendenza fino a quando qualcosa o qualcuno non ti priva di quella cosa senza il tuo volere.

È da circa mezz’ora [essenzialmente da quando sono tornata a casa dopo un po’ di shopping veloce e me ne sono accorta] che impreco contro la Fastweb, la Vodafone e il mio IPhone cercando di capire perché non funziona più nulla. Grazie Twitter per aver risposto ai miei dubbi esistenziali.

Entri su Facebook…il vuoto cosmico.

Entri su Instagram…il nulla più assoluto.

Entri su Whatsapp…e senti l’eco del silenzio.

Il punto è che pur non avendo foto da postare su Instagram, pur non dovendo fare grandi annunci su Facebook, pur essendo consapevole che le importanti comunicazioni da inviare su Whatsapp altro non sono che enormi idiozie per ingannare il tempo…non riesco a non sentirmi irritata da questa impossibilità comunicativa.

Insomma è domenica e fuori piove, il privarmi della libertà di inebetire sul web è cattiveria. Punto.

Ma come passavamo il tempo prima dei social?