Pensieri Sparsi

Non sono brava ad abituarmi alle cose nuove…


Lo dimostra il fatto che, nonostante sia passato circa un mese da quando abbiamo comprato il frigorifero nuovo per la cucina, io sia l’unica che ancora si ostina ad aprire quello vecchio, l’unica che al mattino per prendere la bottiglia del latte e versarne una goccia, non di più, nel caffè sbaglia anta e da un’occhiata veloce al vecchio frigo, completamente vuoto, prima di rendersi conto che, giusto di fronte, ce n’è uno molto più grande e lucente decisamente pieno.Lo dimostra il fatto che, ogni qual volta cambio cellulare, passo i primi giorni a confrontarlo nostalgicamente con quello vecchio; quello che, esattamente un secondo prima di prendere quello nuovo, odiavo praticamente con tutto il cuore perché la batteria si scaricava al solo osservarlo, il sistema operativo aveva ormai vita propria e la fotocamera indiceva scioperi un giorno si e l’altro pure quando, con fare gentile, le chiedevo di utilizzare il flash; quello che avevo desiderio di spaccare in terra praticamente ogni qualvolta decidesse di bloccarsi e mi costringeva ad uscire con un battery bank sempre in borsa per mettere a tacere la mia ansia ossessiva di ritrovarmi distante da una presa di corrente con la batteria con una percentuale inferiore al 20%.Nel momento esatto in cui acquisto un nuovo telefono [dopo aver rotto l’anima a destra e manca per il bisogno di fare un tale investimento], sento che il cellulare vecchio aveva il wi-fi migliore, il font che mi garbava di più, il led che mi indicava, ancor prima di toccarlo, che tipologia di notifiche mi fossero arrivate e, soprattutto, non era nuovo, quindi, potevo buttarlo un po’ come mi pareva senza doverci più prestare attenzione.Oh e poi potevo sistemare le applicazioni a mio piacere, avevo trovato la combinazione perfetta di colori e gestualità; odio sistemare le applicazioni ed essere costretta ad abituarmi alla loro nuova collocazione.La verità è che sono una persona abitudinaria, me ne accorgo nelle piccole cose, quelle che, passano gli anni, ma non cambiano mai. Passare da un cellulare viola ad uno rosa dovrebbe darvene un’idea. Sono abitudinaria nei gesti e nelle scelte, nel modo di rapportarmi al mondo, nel modo di ripetere gli stessi errori fingendo di imparare qualcosa.

E ho appena finito di vedere Cenerentola;
posso volere un principe azzurro adesso?

Annunci

4 thoughts on “Non sono brava ad abituarmi alle cose nuove…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...