Pensieri Sparsi

Lei ha un contatto Skype???


Una domanda semplice, all’apparenza, che diviene leggermente più complessa quando effettuata durante un colloquio lavorativo e tu sei consapevole che il contatto Skype era stato creato con l’unico scopo di cazzeggiare in video con le tue amiche dopo un lungo viaggio e per tanto il nickname di riferimento non può essere così facilmente condiviso.
Lei ha un contatto Skype?
Sorridi, arricci i capelli intorno ad un dito e metti su un’aria lievemente svampita:
Certo che ho un contatto Skype che le invierò non appena avrò recuperato la mail per accedervi. Bugia condita da un sorriso sarcastico e una sicurezza sfacciata.

E’ stato più o meno così che mi sono ritrovata un venerdì sera incastrata nel mio primo colloquio/presentazione via Skype; insomma, dopo il primo colloquio di persona andato bene serviva la presentazione ufficiale all’altro socio a km di distanza, ma davvero si parla di distanza ai giorni nostri?
Come per tutte le cose nuove, dire che avevo una leggera ansia a riguardo sarebbe usare un eufemismo, ho passato tutta la giornata ad interrogare me stessa su come si sarebbe svolta la cosa.
Onestà per onestà, a me Skype tutta simpatia non ha mai fatto: l’idea di mostrarmi in video mentre sono impegnata in una conversazione non mi hai mai entusiasmato più di tanto, insomma, io mentre sono impegnata in una conversazione telefonica sono solita fare 1200 cose e ancora più espressioni assurde che il mio interlocutore può decisamente risparmiarsi.

Trovo già estremamente complicato capire come vestirsi, muoversi e parlare ad un colloqui lavorativo normale; effettuare il tutto tramite un pc mi risulta, a dir poco, un’esperienza mistica, ancor più per una donna.
Bisogna:

  • tener conto del fatto che la web cam mostra una finestra sulla nostra persona, un mezzo busto, nel migliore dei casi, o uno zoom sul nostro viso che, in maniera del tutto involontaria, si ritroverà a riempire tutto lo schermo. Io sono riccia, capirete tutto il mio disagio a riguardo.
  • truccarsi in modo appropriato: né troppo e rischiare di sembrare delle battone, né troppo poco e risultare sciatte e poco interessanti.
  • scegliere un outfit appropriato: sobrio ma non noioso, non provocante ma, assolutamente, non anonimo.
  • Tener presente delle condizioni di luce a cui saremo esposte cercando di evitare, allo stesso tempo, l’effetto Madonna scesa in terra e donna delle catacombe.

Altro problema, non poco rilevante, è la location in cui effettuare un colloqui lavorativo via Skype; nel mio caso sono andata via prima dall’ufficio per evitare spiacevoli inconvenienti; per questo motivo, ho dovuto posizionare il mio pc in una stanza della mia casina, evitando saggiamente:
–  il bagno, ovvero la stanza meglio illuminata di tutta l’abitazione;
–  la camera da letto, perché ritrovarmi come sfondo la locandina di un concerto del 2008 o la serie di foto abbracciata a Nick Carter probabilmente non mi avrebbe dato molto credito;
– il disimpegno invaso dalle mie scarpe;
– il tavolo del salone, anche se il tapis roulant come sfondo mi avrebbe fatto passare, sicuramente, per una persona estremamente attiva.
Dopo aver valutato tutte le prospettive possibili ed immaginabili, ho quindi optato per il divano: pc sulle gambe, telecamera puntata sul mio viso quasi in maniera perpendicolare e sfondo neutro del muro. Sobria e composta.

Ultimo punto, non meno importante, bisogna essere sicure di avere una buona connessione, di aver bene configurati audio e video per rischiare di fare la figura dell’impedita che magari fissa lo schermo con sguardo inebetito pigiando tasti a caso sulla tastiera.

In conclusione, dopo mille paranoie, mezz’ora prima dell’appuntamento on line ero già connessa e in attesa; superata la fase di imbarazzo iniziale, ho dimenticato totalmente tutte le mie ansie e ho semplicemente parlato come avrei fatto se le due persone dall’altra parte dello schermo fossero state sedute in un grande ufficio.
Ho superato indenne anche questa, messaggiando di nascosto a piedi scalzi.

E adesso aspettiamo Settembre con tutte le sue notizie…speriamo siano buone.

Annunci

12 thoughts on “Lei ha un contatto Skype???

  1. Chissà che il colloquio porti buoni frutti. Io sarei nelle tue stesse condizioni a dover affrontare un colloquio via Skype, ricci a parte. Metti in conto che per casa girano tre monelli sai che figura se si intromettessero o peggio ne combinassero una delle loro e io che mi metto ad urlare?

    Mi piace

  2. Farlo in bagno coi bigodini in testa ed il viso ricoperto da una di quelle creme di bellezza sarebbe stato un atto di coraggio che io dall’altra parte avrei premiato!:-D

    Mi piace

  3. skype viene usato di più in USA…. io preferisco Face Time della Apple ….. da noi c’è ancora qualche remora nelle videochiamate…. chissà perché…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...