Pensieri Sparsi

Il caldo e i suoi effetti.


Che in questi ultimi giorni sembra siamo stati catapultati tutti all’inferno credo ne abbiamo tutti una netta percezione.
Fa caldo…anzi no, si muore di caldo, forse, rende meglio l’idea. Riesco a percepire ogni singola cellula del mio corpo evaporare secondo dopo secondo, sento i miei pensieri sciogliersi ancor prima di prendere forma ed inizio, seriamente, a temere di sciogliermi come un ghiacciolo al sole.

La consapevolezza che le vacanze, quelle vere con il sederino in ammollo al mare e una bibita ghiacciata sempre in mano, siano ancora un bel pò distanti, almeno per me, non aiuta ad affrontare al meglio questa botta esagerata di calore che ci sta piegando al suo volere negli ultimi giorni.

Che sia estate e, di conseguenza logica, faccia caldo è evidente, così come è cristallino che, di questi periodi, il livello di irascibilità è già  al suo picco massimo, ed è per questo motivo che, ingenuamente, mi domando: siamo tutti al limite dell’isteria, perché peggiorare la situazione?

Partiamo dal principio, dall’ Abc delle regole base per una buona convivenza [leggesi: delle regole base per non essere ammazzati in malo modo]; siamo fatti dall’80% di acqua [devo ricordarmelo la prossima volta che mi peso] e il nostro corpo, ogni qual volta rischiamo di collassare per il troppo caldo, si ricorda di avere un sistema di raffreddamento incorporato e inizia a farci sudare come dei maialotti in calore.

Ora, anatomicamente, sarà pure una cosa fighissima non ritrovarsi essiccati come vampiri privati del sangue  [non sono uno bello spettacolo, lo sappiamo tutti, no?]; il problema sono gli effetti collaterali.

Non mi riferisco al grondare acqua da parti del corpo che quasi non sapevo di avere, non sto parlando di quella fastidiosa sensazione di appiccicume che si attacca addosso nel momento stesso in cui si esce dalla doccia e la sensazione di frescura donata dall’acqua gelida svanisce, non sto parlando all’effetto del sudore sui capelli che, di questo periodo, sono costretti ad essere imprigionati in un elastico per ore diventando, di seguito, un unico ammasso informe, e non so parlando neanche dalle mani costantemente sudaticce che imbrattano lo smartphone e rendono difficili le pubbliche presentazioni [vi prego, se avete una mano sudaticcia…non datemi MAI la mano].

Il problema più grande legato alla sudorazione estiva [ma anche quella invernale non scherza] è l’odore che ne deriva; mi esprimo meglio: il problema della sudorazione estiva è la gente che non conosce l’esistenza di acqua e sapone, che pensa che il deodorante sia un’arma di distruzione di massa inventata dall’Isis o, peggio mi sento, crede che basti una spruzzata di profumo per ricoprire l’olezzo fetido che si porta dietro a mò di scia chimica.

Respirare liberamente, nel periodo estivo, è un’ardua impresa; farlo su un mezzo pubblico privo di aria condizionata è pura utopia. Uccidere una persona dall’ascella di cipolla, dovrebbe essere considerato legittima difesa, per ogni ascella letale sterminata dovrebbe comparire una cheerleader starnazzante al suono di date una medaglia a quell’uomo.

In assenza di una legge contro l’inquinamento atmosferico da ascella puzzolente, passerei ad altro.
Fa caldo, in estate ha sempre fatto caldo sin dalla creazione del mondo ma è dalla nascita dei social network che il trinomio estate/caldo/lagna sembra essere diventato indispensabile. Alla prima ondata calda, su Facebook spuntano come funghi post di protesta:
Il primo che si lamenta del freddo invernale, lo ammazzo.
Volevate il caldo, adesso morite.
Odio il caldo e odio voi che l’anno scorso vi siete lamentati della pioggia del mese di luglio.
Sto evaporando, maledetto caldo.

Potrei continuare per ore, ho la bacheca piena di frasi del genere e, in fondo, non sto parlando anche io del caldo con questo mio post?

Intolleranti e monotematici. Il caldo fa anche questo.

Annunci

5 thoughts on “Il caldo e i suoi effetti.

  1. Tra gli effetti del caldo puoi annotare un incremento dei consumi di Anguria. Ottima per verificare eventuali problemi diuretici e di sciatalgia da sollevamenti. Inoltre mi porta a pensare anche a Coco..chanel per altri sollevamenti!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...