Pensieri Sparsi

Benvenuti 10 giorni di ansia estrema.


Giuro che se supero illesa i prossimi dieci giorni, mi prendo una sbronza colossale per festeggiare la riuscita dell’ardua impresa.

Che io sia una persona ansiosa, lo avrete imparato ormai [e probabilmente non ve ne frega nulla, ma non me ne farò un problema]; che fossi in procinto di affrontare una serie di eventi più o meno complicati per il mio sistema nervoso pure. In questi giorni il mio blog è diventato lo specchio delle mie ansie e delle mie paure, come se i miei stati d’animo si fossero impossessati delle mie dita per potersi liberamente sfogare.

10 giorni di ansia preannunciata.
3 tipologie di ansie diverse.
1 ragazza che oscilla tra momenti di estrema gioia e istanti di pura angoscia.

Ma andiamo con ordine e, almeno per oggi, lasciamo spazio ai miei deliri. Per la serie: siete ancora in tempo a salvarvi, io vi sto avvisando che quel che leggerete sarà al limite della follia.

  • Ansia da prenotazione

Ricordate la famosa monetina che avrei dovuto lanciare per prendere la mia decisione? In realtà, non l’ho lanciata; nel momento stesso in cui, prendendo il coraggio a due mani, avevo deciso di farlo ho iniziato a provare vero e proprio terrore: se la moneta mi avesse dato la risposta sbagliata? Avevo trovato la mia risposta, in fondo era sempre stata là, semplicemente dovevo prenderne consapevolezza. Come in tutte le cose, ci ho messo un po’ a dare ascolto a quello che davvero avrei voluto per me stessa, a capire che, anche se può sembrare folle, è una pazzia che voglio concedermi di vivere. Quando il più sembrava fatto, adesso che so cosa voglio, ho il terrore che qualcosa possa andare storto nel processo.

  • Ansia da partenza
    Sono in quella fase che va tra il disfare la valigia del precedente viaggio e rifarla per quello prossimo. Nonostante ormai sembri che non riesca più a riporre il mio trolley al suo posto, ogni qualvolta si avvicina la data della partenza inizia la danza dell’ansia. Come se fosse sempre la prima volta, come se non avessi mai preso un aereo o prenotato un albergo, come se non riuscissi a pensare solo a come godermela. È il problema delle persone ansiose, dicono, quello di pensare troppo; psicanalizzare ogni minimo dettaglio e perdersi la parte piacevole dell’attesa. Perché esiste una parte bella nell’aspettare…devo solo capire bene dove si stia nascondendo.

  • Ansia da colloquio di lavoro
    Infine, l’ultima delle tre ansie imminenti, forse quella più  concreta. Nuovo lavoro, nuova città, probabilmente nuova me. La paura di non essere abbastanza fa a cazzotti con la paura di esserlo questa volta. È un controsenso, lo so, ma la prospettiva che tutto possa cambiare in un lasso di tempo così breve prende il mio stomaco, lo accartoccia e lo usa per giocare a basket. Canestro. Non voglio stare ferma, non posso credere che la vita io debba solo stare a guardarla passare. Non posso arrendermi alle paure che mi paralizzano nel mio porto sicuro rendendomi bambola di porcellana nella mia gabbia dorata. Sono pronta a saltare? Ancora non lo so.

Insomma, è divertente essere me!

Annunci

8 thoughts on “Benvenuti 10 giorni di ansia estrema.

  1. Ansia da colloquio!! cambi lavoro… SIIIIII !!!! Forza, se ti hanno chiamata giá significa che vai bene, e non preoccuparti di non essere abbastanza, sul lavoro la cosa importante é non farlo mai capire, fai come me che vado alle riunioni dove son tutti uomini che non ti dico dove preferirebbero vedermi, e sono sempre quella che spacca I coglioni a tutti! (poi il fatto che mi chiuda in bagno a piangere, fa parte del gioco, l’importante é che non lo sappiano)
    Per le ansie da partenza…… io non dico nulla, é meglio, visto che sono come te….
    Un abbraccio fortissimo

    Liked by 1 persona

  2. Sono elettrizzata all’idea di una nuova sfida, ma non so se sono davvero pronta ad una “rivoluzione” del genere….vero è che credo molto nel destino e sono esattamente come hai descritto te stessa “rompicoglioni in facciata e poi piango come se non ci fosse un domani quando non mi si vede”. Speriamo vada tutto come deve andare. Un bacio e un abbraccio a te

    Liked by 1 persona

  3. A volte… abbiamo paura di aver preso la decisione giusta. Perché ci sottrae il sacrosanto diritto alle rimostranze e alle lamentazioni. Vedrai che andrà tutto bene. Tu SEI abbastanza, di sicuro. 🙂

    Liked by 1 persona

  4. Sapersi emozionare è un dono, importante, che rende la vita meritevole di essere vissuta. Tu sai donare emozioni. Sei una persona speciale e preziosa.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...