Pensieri Sparsi

Il mio nome è…troppo lungo?


Sarà che a me piace il suono delle parole, sarà che sono una a cui piacciono davvero tanto, sarà che le cose brevi non mi sono mai piaciute, sarà che ho sempre amato la completezza delle cose…ma io l’abbreviazione dei nomi proprio non riesco a farmela piacere.

Lo so, vi starete chiedendo: ma che problemi ti fai? Cioè quale persona sana di mente spende anche un solo istante della propria vita a interrogarsi sui diminutivi dei nomi. Ehmm io, ad esempio.

Vi spiego da cosa nasce il tutto, parlando con un’amica, in maniera molto spontanea mi dice: “Ho sentito Alby, mi ha detto…” Non ho idea di cosa le avesse detto Alby, credetemi, perché dopo aver letto il nome scritto in quel modo i miei occhi si sono rifiutati di andare oltre.

Lo so, non perdete tempo a spiegarmi che in alcune zone dell’Italia è normale, che il mondo è bello perché è vario e che addirittura, in barba a tutte le regole grammaticali che ci hanno insegnato alle scuole elementari, molte persone utilizzano gli articoli determinativi dinanzi ai nomi propri. Tutte le motivazioni che volete voi, per carità, ma alcune cose davvero non riesco a sentirle.

Chiamare Alby un uomo, a mio modesto parere, è privarlo di tutto il fascino che il nome completo, al contrario, gli fornirebbe. Alberto. Un nome altisonante che, lo ammetto [e so di non essere l’unica] mi riporta alla mente la figura di Alberto Palladini [la fase Un posto al sole è stata un must nella nostra adolescenza], un uomo belloccio, interessante, dallo sguardo intrigante. Alby, poraccio, mi fa pensare ad un ometto leggermente confuso, con pochi capelli, gli occhiali, un filo di barba e la panzetta da alcolizzato. Dovrà pur dimenticare in qualche modo di avere un nome del genere.

Ma non è finita qui. Non riuscendo a concentrarmi sul racconto, ho espresso il mio dissenso sul nome del mal capitato e, nella vano tentativo di convertirmi al culto dell’abbreviazione, mi sono stati riportati una serie di esempi di abbreviazione per i quali ho iniziato a sentire dolore al naso a forza di storcerlo.

Ho scoperto che:

  • tutti i nomi possono, e devono, essere abbreviati non importa quanto lunghi essi siano;
  • la è la risposta a tutto, tutti i nomi possono essere abbreviati con il suo utilizzo;
  • se non abbrevi i nomi sei fuori dal giro;
  • Chiara viene abbreviato in Chicca [il perché poi non lo capirò mai];
  • Davide diviene Dado [che se sei pure bassino, il gioco è fatto];
  • è possibile abbreviare anche i cognomi, se il nome non è abbreviabile o il cognome è più appetibile.
  • quando si sceglie il nome del nascituro si valuta come verrà abbreviato molto più di come l’abbinamento nome e cognome suoni melodico;
  • ma soprattutto, e dopo questa mi sono arresa, Fabio diventa Fax.

Io mi lamentavo quando mia sorella da piccola mi chiamava A per risparmiare tempo, evidentemente lei aveva capito tutto sin da allora. In un epoca in cui il tempo è denaro non si può pensare di sprecarlo neanche per utilizzare un nome per intero…siamo matti??

A me non piace essere parsimoniosa.

Annunci

17 thoughts on “Il mio nome è…troppo lungo?

  1. Quindi fammi capire…ho visto quasi 4 stagioni di PLL in meno di un mese scervellandomi su chi fosse “A” per poi scoprire che sei te????

    Liked by 2 people

  2. Forse abbiamo paura che la gente ci sfugga al punto da velocizzarne il nome. E come disse Troisi nel film “Ricomincio da tre”: “Tuo figlio chiamalo Ugo, perché è corto e immediato. Massimiliano è troppo lungo, mentre lo chiami quello già è andato via!”.

    Liked by 1 persona

  3. Buahahaah questa è una discussione infinita! Certo, la tua amica arriva decisamente all’eccesso dell’abbreviazione (alcune non si possono sentire! e io sono una che abbrevia), ma alcuni nomi sono troppo lunghi per sprecare fiato per pronunciarli per intero

    Liked by 1 persona

  4. oltre il tempo che e’ denaro, c’e’ anche il fiato che e’ poco con tutta questa aria inquinata….forse e’ quello il motivo dei diminutivi…… da piccolo mi chiamavano canonica…. non mi chiedere il perche’ , poi a 5 anni sono scappato di casa e mi hanno chiamato bigi…. diminutivo di b2…… ora mi chiamano bigi o bi…. semplice, breve, facilmente ricordabile…. Forse abbiamo perso la pholosophia degli antichi….. il nome doveva avere un significato ben preciso….. ora invece sono solo suoni….

    Mi piace

  5. In effetti ora mi fai ricordare che una compagna di classe mi chiamava “Chicca”😊, che poi è il diminutivo di Federica, di solito.In effetti a me non piaceva x niente, preferivo il solito “Chiaretta”.☺
    Ora fa tanto bambina, quindi nessuna delle due opzioni, e neanche Kia ( come la macchina!)😁

    Liked by 1 persona

  6. Credimi se ti dico che ho un rifiuto totale per l’abbreviazione dei nomi, ma ancor più per la y. La odio, non è italiana, si legge i… Ma allora usiamo la nostra bella i italiana se proprio dobbiamo.
    E comunque Alby è orripilante, mi sanguinano gli occhi 😱
    Capisco che chi ha un nome che inizi a pronunciarlo a gennaio e finisci a dicembre è un casino, però cavolo. Non lo tollero uguale. Io sono stata privata per una vita del mio nome perché troppo lungo da pronunciare. Me ne sono riappropriata solo negli ultimi anni.
    E vogliamo parlare di quando si abbrevia il nome Giulia in Giuly??? Cioè… Ti stancavi a pronunciare la a?? Ma fammi il favore vah! Prenditi un polare la prossima volta! 😂
    Insofferenza totale!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...