Pensieri Sparsi

Tanti auguri, Mamma.


Ogni donna può essere madre, ma solo quelle speciali possono essere mamma. E la mia mamma speciale lo è davvero; nella sua semplicità, nel suo esserci sempre e comunque, nel suo supportarmi, nel suo essere semplicemente la mia mamma.

Non sono mai stata una di quelle ragazzine con un modello da seguire, una di quelle con una strada prefissata da percorrere, ho sempre avuto un solo desiderio: diventare grande ed esserlo per davvero. Sono cresciuta osservando i miei genitori, il loro amore educato ma prezioso, la loro complicità e il loro rispetto per la famiglia. Sono cresciuta desiderando di avere una vita perfetta come la loro, sperando di ottenere in una sorta di eredità genetica il meglio di entrambi, bramando, in cuor mio, di diventare importante nella mia carriera, esattamente come mio padre, e semplicemente eccezionale come la mia mamma nella vita.

Sono cresciuta osservando la donna che mi ha messo al mondo e amata dal primo istante in cui mi ha visto, nonostante avessi tutti quei capelli così arruffati; sono cresciuta scontrandomi con quella donna, urlandole contro la mia rabbia adolescenziale,  rifugiandomi nel suo conforto frignando come una bambina quando la vita non andava come avessi previsto io, chiedendo aiuto quando le difficoltà mi facevano sentire piccola ed alzando la voce quando mi credevo invece troppo grande.

Sono cresciuta osservando il suo amore e la sua dedizione verso gli altri, conoscendo come sarei voluta essere un giorno e cosa non sarei mai stata; imparando cosa volesse dire prendersi cura di qualcuno a costo di mettere se stessi da parte, cosa significasse rinunciare ai propri desideri per rendere felici chi si ama. Ho imparato cosa volesse significare essere donna, figlia e mamma.

Sono cresciuta con la consapevolezza che i miei sogni sono importanti e con la libertà di poterli realizzare perché a sostenermi lei ci sarebbe sempre stata; sono cresciuta vedendola gioire per un buon voto a scuola o per la mia prima cotta adolescenziale, condividendo con lei la prima fissazione per uno stupido cantante e osservandola gioire insieme a me il giorno in cui quello stupido cantante l’ho abbracciato…perché i miei sogni, sono i suoi sogni.

Sono cresciuta con la consapevolezza di essere così diversa da lei, ma così meravigliosamente sua figlia, con la convinzione di essere stata fortunata e di non averla ringraziata mai davvero abbastanza. Forse non sono stata la figlia perfetta che avrebbe meritato, ma lei è stata la mamma migliore che potesse mai capitarmi.

Non so se un giorno diventerò mamma, ma se dovesse mai accadere auguro a mia figlia di avere una mamma meravigliosa come la mia.

Anche se non lo leggerai mai: ti voglio bene, mamma.

‘cause mom you’re always were the perfect fan.

Annunci

4 thoughts on “Tanti auguri, Mamma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...