Pensieri Sparsi

LIEBSTER AWARD 4.0


Lo ammetto, non avevo la benchè minima idea di cosa fosse e questo fa di me, senza ombra di dubbio, una blogger estremamente novellina.

Ringrazio chiarachiarissima per avermi aggiunto alla sua rosa di preferiti [visitate assolutamente il suo blog, ne vale la pena].

Ammetto di aver letto di cosa si trattasse solo dopo la sua nomination, per tanto riporto esattamente le sue parole:

Ma cos’è questo strano premio?

E’ un premio nato qualche anno fa in Germania che viene conferito, da altri blogger, ai blogger emergenti più meritevoli.

L’obiettivo è dare maggiore visibilità ,farsi conoscere, creare nuovi contatti.

Quali sono le regole da seguire?

1 Ringraziare il blog che ti ha nominato

2 Rispondere alle 10 domande che il blogger ha creato per te

3 Nominare altri 10 blog che abbiano meno di 200 followers

4 Porre 10 nuove domande ai nominati

5 Comunicare la nomina ai 10 blogger scelti

Iniziamo con le mie risposte:

  1. Come e perché nasce il tuo blog? Come tutto quello che prende vita dalla mia mente, è nato per noia. Avevo voglia di dire la mia ma riprendere in mano il mio vecchio blog su blogger mi sembrava un’ingiustizia, era un’altra me quella che versava le sue parole in quello spazio e non sarebbe stato giusto profanare tale luogo virtuale. Avevo il bisogno di dare spazio ai miei pensieri.
  2. Quanto tempo dedichi alla scrittura? La consideri un qualcosa di saltuario o qualcosa segui con impegno e costanza?Scrivo quando le parole mi chiedono di uscire [ed è esattamente questo il motivo del nome del mio blog], quando i miei pensieri sparsi si ordinano nella mia mente, pronti, come perfetti soldatini, a lasciarsi mettere nero su bianco. Non mi prefisso scadenze di scrittura, ci sono giorni in cui sento di aver molto da dire, altri in cui mi sento muta.
  3. Cosa cerchi di esprimere con il tuo blog?I miei pensieri, i miei stati d’animo, le mie domande frequenti. E’ una sorta di terapia per me stessa quella della scrittura, in passato ha funzionato, perché non riprovarci? E se da tutto questo vien fuori qualcosa di buono, ben venga. Quindi, ricapitolando…esprime me.
  4. Conoscevi già prima i tuoi followers o sono tutti contatti nati on line? E mi sconvolge l’idea che a qualcuno possa davvero interessare cosa io scriva.
  5. In che modo fai personal branding? Ad esempio colleghi il tuo blog ai social network?Personalmente condivido una sola volta il post scritto su un gruppo facebook, e neanche sempre. Non mi pubblicizzo molto, spero sempre che sia la gente a condividere il post se, e solo se, è piaciuto davvero.
  6. Quando scrivi pensi a produrre qualcosa di interessante per te e basta o ti chiedi anche se potrebbe essere interessante per i tuoi followers? Potrò risultare impopolare, ma scrivo semplicemente senza pormi troppe domande sul possibile lettore del post; ecco magari evito di scrivere la lista della spesa o delle cose da fare l’indomani…su questo presto attenzione.
  7. Cosa pensi che i followers cerchino leggendoti? Mi piace pensare che siano capitati un po’ per caso un po’ per destino a leggere le mie parole, magari le mie parole sono quelle che evocano pensieri simili nelle loro menti, magari qualche post gli strapperà un sorriso, magari è solo curiosità quella che li fa restare.
  8. C’ è un momento particolare della giornata in cui scrivi? Piena notte, pausa pranzo, per esempio? Scrivo al mattino,di solito; appena sveglia…in quel momento tra il primo caffè del mattino e la vestizione per andare a lavoro. Elaboro il primo pensiero sul cellulare, scrivendo una mail a me stessa. In un secondo momento rileggo il tutto al pc, cerco le immagini che meglio rappresentano le mie parole e tadà…pubblico.
  9. Scrivi di getto, con impulsività o sei più ponderato? Scrivo di getto, le parole sono un fiume in piena che arriva direttamente alle mie dita. Spesso, rileggendomi, mi stupisco di aver scritto determinate cose…come se passassero semplicemente attraverso me [e qui si spiega la seconda parte del titolo del blog].
  10. Sei una persona loquace ed ami anche avere un tuo spazio sul web, oppure il blog è l’unico modo per far uscire chi sei veramente, essendo nella vita reale un po’ timido? Logorroica è l’aggettivo che più spesso mi viene affibbiato. Di base mi ritengo una persona timida, ma allo stesso tempo non riesco proprio a stare zitta.

Ecco le mie dieci domande:

  1. Cosa ami di più dell’avere un blog?
  2. Controlli mai i blog delle persone che hanno iniziato a seguirti? Magari per scoprire se avete interessi in comune?
  3. Preferisci scrivere articoli brevi o lunghi? E perché?
  4. Ti definiresti un/una blogger o semplicemente una persona che scrive su uno spazio virtuale?
  5. Dai peso al numero di follower del tuo blog? Fai qualcosa per incrementarlo?
  6. Hai mai scritto altro prima di aprire un blog? Racconti? Poesie?
  7. Ultimo libro letto?
  8. Condividi il tuo blog con le persone che conosci nella vita reale? Insomma, i tuoi amici sanno che hai un blog?
  9. Qual è la tua canzone preferita?
  10. Qual è l’ultimo sogno che hai fatto?

Ed ecco, i dieci blog da me scelti:

  1. https://vittoriamilesi.wordpress.com/
  2. https://iosonoemma.wordpress.com/
  3. https://giorgiapenzo.wordpress.com/
  4. https://vogliadinnamorarsi.wordpress.com/
  5. https://idesideridinuccia.wordpress.com/
  6. https://testprodotti.wordpress.com/
  7. https://magnificapresenza.wordpress.com/
  8. https://sarahmaria76.wordpress.com/
  9. https://agoresblog.wordpress.com/
  10. https://plce4myhead.wordpress.com/

beh, è stato un parto…buon lavoro a voi ❤

Annunci

6 thoughts on “LIEBSTER AWARD 4.0

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...